ARES DESIGN – È TEMPO DI RILANCIO

Il brand di lusso ARES Design è al lavoro su nuovi progetti. Con un obiettivo in più: aumentare il numero di dipendenti

È tempo di ripartire. Il segnale arriva da un’azienda come ARES Design. Il suo core business è, del resto, la velocità. L’ha dimostrato con i numeri, vista la sua crescita esponenziale sul mercato. E con i fatti, con la presentazione della nuova Panther ProgettoUno, un’auto che combina l’eleganza della tradizione con l’aggressività delle vetture sportive moderne. La geografia, come sempre, conta. Chiunque sarebbe in grado di riconoscere una passione innata per i motori nell’identità emiliana. Un’eredità che ARES Design ha raccolto trasformandola in prodotti di assoluto livello, senza tralasciare nulla.

Il presente

Sono infatti i dettagli a fare davvero la differenza, e ARES Design sin dalla nuova apertura si sta mobilitando per mantenere alti gli standard qualitativi del suo stabilimento emiliano. La salute del dipendente è uno dei cardini dell’azienda. Per questo, ARES Design ha realizzato un sistema che combini più delle misure di prevenzione sul luogo di lavoro: la misurazione della temperatura; l’uso di mascherine e guanti; la sanificazione degli spazi. Il personale è rientrano a pieno regime; un passo fondamentale per riportare la produzione al livello pre Covid-19 (il calo è stato di circa il 30%). Eppure, Dany Bahar conta di colmare quel gap accumulato durante l’emergenza sanitario entro la fine di agosto, in attesa di sapere le novità in arrivo.

Il futuro

Lo stabilimento modenese resta molto fiduciosa sugli obiettivi futuri. A cinque anni dalla sua creazione, lo scopo nel lungo periodo è di espandersi sul mercato automobilistico, puntando su un ammodernamento delle proprie infrastrutture, e a un continuo ampliamento del personale. Il capitale umano è essenziale se si vuole costruire un’azienda leader nel settore. «Continueremo a investire nella struttura di Modena – sostiene il fondatore Waleed Al Ghafari – facendola crescere dagli attuali 23.000 mq a 30.000 mq nel corso del prossimo anno. Stiamo anche intraprendendo un’intensa politica di assunzioni in tutte le aree dell’azienda e cercheremo di aumentare il numero dei nostri dipendenti dagli attuali 150 a 250 nei prossimi 12 mesi».

A giudicare dal salone ricco di auto e moto esclusive, la strada intrapresa è quella giusta. Il mercato di riferimento per i prossimi mesi sembrano essere gli Stati Uniti e la Cina, un territorio ancora inesplorato per ARES Design, ma proprio per questo rappresentano una grande opportunità per estendere il proprio marchio fuori dal suolo europeo.

Una delle grandi differenze rispetto ad altre realtà, sta nello sviluppo di ogni singolo pezzo. La componentistica di questo brand è tutta realizzata nello stesso stabile. Un processo che parte dalla carrozzeria, i tessuti, la verniciatura, fino ad arrivare ai materiali resistenti in fibra di carbonio. L’intero ciclo di produzione si concentra in un unico posto, conferendo notevoli benefici all’impresa. Efficienza, velocità, e flessibilità, come i suoi gioielli su due e quattro ruote. (Riccardo Lo Re)