ARZACHENA PUNTA SUGLI EVENTI SPORTIVI

Il Comune presenta il calendario delle manifestazioni che prenderanno il via in primavera

La bella stagione si avvicina. E ad Arzachena è tempo di pianificare il calendario degli eventi sportivi internazionali, che prenderanno il via già in primavera. Il primo appuntamento è in programma il 29 e il 30 maggio: si tratta della seconda edizione della Triathlon World Cup, dopo il successo dello scorso autunno, e della prima edizione del Triathlon Costa Smeralda. Dal 21 al 25 luglio, invece, ad Arzachena sbarcherà il prestigioso Italia Polo Challenge – Porto Cervo, grazie alla partnership con la Federazione italiana sport equestre e la Pmp srl. Il circuito del polo, che fa tappa anche a Roma e a Cortina, sarà ospitato nel territorio arzachenese fino al 2023.

Soddisfatta Valentina Geromino, assessora allo Sport, allo Spettacolo e alla Cultura del comune di Arzachena. «Il triathlon e il polo sono discipline in grado di veicolare l’immagine di Arzachena verso un target di amanti dello sport all’aperto, con ottima capacità di spesa e uno stile di vita attento all’ambiente – commenta l’assessora. La prima edizione della Triathlon World Cup ha fatto il pieno di successi tra atleti, accompagnatori e staff in termini organizzativi, di accoglienza e spettacolarità del tracciato. Con l’aggiunta del secondo appuntamento pensiamo di raddoppiare le presenze del 2020. Anche per il polo abbiamo investito su un accordo triennale come strategia a lungo termine per inserirci in un circuito sportivo esclusivo che porterà benefici a tutti gli operatori del territorio e le associazioni sportive locali».

Tra le altre cose l’amministrazione comunale accoglierà con particolare entusiasmo anche l’inclusione di Arzachena nella 18esima edizione del Rally Italia Sardegna, valida come quinta tappa del Wrc, che si terrà nel nord Sardegna, e con base a Olbia, dal 3 al 6 giugno. «Dopo 10 anni, Arzachena torna tra i protagonisti del Rally Italia Sardegna e del mondiale Wrc per una giornata sullo storico percorso Arzachena-Braniatogghju con 2 prove di 15 chilometri il 6 giugno – continua Valentina Geromino. Un risultato di cui siamo orgogliosi che arriva dopo attente interlocuzioni e sopralluoghi con i responsabili Aci. Fin dalla nascita del Rally Costa Smeralda, nel 1978, Arzachena ha offerto uno scenario suggestivo che ha contribuito alla notorietà della competizione a cui parteciparono grandi piloti».

Naturalmente, fanno sapere dal Comune, tutte le manifestazioni sportive saranno organizzate nel rispetto dei protocolli sanitari messi in campo per contrastare la diffusione della pandemia di coronavirus. Se non sarà possibile aprire gli eventi al pubblico, gli spettatori potranno seguire le manifestazioni in televisione e online. (Dario Budroni)