DEODATO ARTE – AL WATERFRONT LA SEDE RIAPRE A LUGLIO

Il brand di Deodato Salafia riporta al Waterfront le migliori opere d’ante contemporanee. E le sorprese non finiscono qui.

Un’altra grande conferma al Waterfont Costa Smeralda arriva dall’arte. Deodato Arte è pronta a tornare a Porto Cervo. Questo dopo un’edizione 2019 che ha portato in Sardegna alcune delle opere più rappresentative dell’arte contemporanea, da Banksy a Andy Warhol. L’apice è stato raggiunto il 14 agosto. Un grande serata al molo con al centro l’energia e il talento di Mr. Brainwash. Il Waterfront si è tinto di colori caldi e accesi, regalando al pubblico uno spettacolo di grande impatto. Accanto allazzurro che circonda il molo di Porto Vecchio, l’arte può offrire il meglio di sé.

Ma questo è solo il primo capitolo. Il nuovo è ancora tutto da scrivere. Con l’11 luglio, Deodato Arte continuerà il suo viaggio attorno al mondo dell’arte anche in Costa Smeralda. Un messaggio di speranza e di apertura verso una stagione estiva che in Sardegna è ai nastri di partenza. Dopo un periodo che ha messo a dura prova gli organizzatori della mostra, gli sforzi sin qui ottenuti per l’apertura sono il frutto di un legame di tre parole chiave: accessibilità, alta qualità e tecnologia. Un modello che è sin qui servito durante la crisi, e che Deodato Salafia, il fondatore della galleria, ha cercato di adattare anche nel mercato dell’arte dal 2010.

Dieci anni più tardi, oltre splendida cornice del Waterfront, la galleria ha in programma di aprire delle nuove sedi a Bruxelles e Miami. Segno che la famiglia si sta allargando a vista d’occhio, dopo Milano (Via Santa Marta, Via Nerino, Via   Cuneo, Via S. Maurilio e Wunderkammern Gallery) e Brusino Arsizio, in Svizzera.

L’espansione di Deodato Arte nel mondo è dovuta al metodo teorizzato da Deodato ne “Le tue prime cinque opere di arte contemporanea”. Il principio cardine della galleria è la trasparenza. Non si tratta solo dell’identità dell’opera in sé, ma del suo valore di mercato. Per questo Deodato Arte espone sempre il prezzo dei prodotti esposti sia in galleria che nella vetrina digitale. Ciò rende tutto accessibile a una fetta molto importante di pubblico, da quello più esperto a chi vuole per la prima volta approcciarsi in questo settore.

A influire, inoltre, è anche la concezione di un’opera per ciascun cliente. Per alcuni rappresenta un piacere per gli occhi. Altri possono vedere un dipinto come una fonte di investimento futura. Sotto questo aspetto, Deodato Arte ha deciso guardare al lungo periodo, creando un sistema che filtri gli artisti professionisti da quelli occasionali, e puntando su una produzione di qualità e che guardi al futuro. La tecnologia, da questo punto di vista, è di straordinaria importanza. La piattaforma digitale è uno spazio incentrato sull’utente, con tutte le informazioni dedicate agli artisti affermati e alle novità.

«“Porto Cervo Waterfront 2020″, detto a fine giugno 2020 mentre infervorano i preparativi e soprattutto dopo i lunghissimi mesi di blocco fisico e mentale dovuto alle restrizioni, tuona come il titolo di una puntata di Star Trek. E l’unico modo che mi viene in mente di continuare quella frase è “Deodato c’è”. E così, se lo scorso anno vedevo Porto Cervo come il crocevia estivo nel Mediterraneo, quest’anno lo vedo come il punto da cui partirà tutto, il punto dal quale la voglia di ripartire sarà il più bel posto d’Italia e del mondo. Grazie a Smeralda Holding e a tutti i brand che non hanno mai smesso di vederlo realizzato anche quest’anno, nonostante tutto». Usando una citazione del capitano Picard, «Le cose sono impossibili solo finché non lo sono più». (Riccardo Lo Re)

Info utili

Deodato Arte Waterfront Costa Smeralda

11 luglio – 6 settembre

Orari: dalle 18.00 all’1.00.