I TALENTI DI MR. BRAINWASH

La serata evento con Thierry Guetta alla galleria Deodato Arte di Porto Cervo

Dopo il successo di Milan is Beautiful, Mr. Brainwash, alias Thierry Guetta, torna in Italia nell’elegante cornice dello spazio espositivo Deodato Arte di Porto Cervo, l’ultima delle sedi aperte dall’ispirato gallerista Deodato Salafia, che vanta già 5 prestigiose sedi a Milano, oltre a quelle di Como, Lugano e Hong Kong.

Il 14 agosto Deodato Arte ospiterà sul Waterfront di Porto Cervo un grande evento che celebrerà l’arte di Mr. Brainwash, promettendo di stupire nuovamente il pubblico con la sua travolgente esuberanza e creatività. Da oltre un decennio Mr. Brainwash ha cambiato il panorama dell’arte contemporanea, collocandosi in equilibrio fra street art e pop art; anche grazie a lui la street art è entrata con pieno diritto nei musei, nelle principali gallerie del mondo e nelle grandi collezioni.

Il suo sodalizio con Bansky, il misterioso genio della street art, ha creato qualcosa di nuovo sulla scena dell’arte internazionale. Oltre al messaggio artistico, infatti, quello di Guetta è un messaggio di fratellanza e amore che trova perfetta affinità di pensiero con Deodato Arte, i cui concetti si fondano su etica, umiltà, accessibilità e progettualità. Lo stile di Mr. Brainwash è assolutamente innovativo, sprizza di creatività e di audacia, non temendo di utilizzare elementi del passato della street art per fonderli con l’attuale panorama dei nuovi artisti. Nelle sue composizioni, grandi personaggi dell’immaginario collettivo come Albert Einstein, Charlie Chaplin, Hitchcock, Mickey Mouse e Minnie rendono omaggio all’arte attraverso un temerario uso delle tecniche street. Pennellate, colature di vernice, collage e stencil danno vita a opere sempre diverse ma collegate da un fil rouge che sottintende la poetica essenziale dell’artista: Life is beautiful. La vita è bellissima e troppo breve per lasciare spazio alla negatività. Ogni sua opera è una celebrazione dell’amore, dell’amicizia e della condivisione.

Punto di svolta dell’attività di Mr. Brainwash è stato il filmato realizzato una decina di anni fa, tratto dall’acclamato documentario Exit Through the Gift Shop. Questo film mostra l’evoluzione del movimento della street art fino a diventare ciò che è oggi, uno strumento per diffondere l’arte in tutto il mondo, anche fra le masse. Nel film, diretto da Banksy con l’aiuto di Shepard Fairey (in arte Obey), si susseguono interviste a personaggi come Invader e agli stessi Fairey e Banksy, e i filmati amatoriali di Guetta nel corso degli anni.

Come Banksy, Guetta utilizza immagini famose, alcune anche coperte da copyright, modificandole secondo la propria ispirazione. Mixa Andy Warhol con i graffiti di Basquiat, introduce Pollock, Keith Haring e lo stesso Banksy producendo centinaia di stampe, tele e installazioni. Ma a differenza di Banksy, Guetta afferma che il suo lavoro consiste principalmente nello “scanning and photoshopping” (copiare e modificare), e affida buona parte della realizzazione delle opere ai suoi collaboratori. Guetta ha collaborato con il cinema, la televisione, la musica – passando da Madonna (per la quale ha realizzato la cover di Celebration) ai Red Hot Chili Peppers, fino a Rick Rosse e KYGO – e con lo sport (il famoso calciatore Pelè si è unito all’artista per spruzzare la vernice su alcune opere d’arte). In poco più di un decennio è riuscito a diventare uno degli street artist più quotati a livello internazionale, le sue limited edition registrano sold out in pochi minuti e i suoi pezzi unici sono contesi dalle più prestigiose case d’asta.

La sera dell’evento saranno visibili presso Deodato Arte anche la Vespa del ’59, ancora perfettamente funzionante, che l’artista ha appositamente customizzato in occasione di Milan is beautiful, e la bomboletta spray gigante, alta quasi due metri.

Mr. Brainwash non si limita a creare opere d’arte ma ne diffonde il messaggio e le potenzialità comunicative partecipando a seminari e workshop, come alla Columbia University e a Semi Permanent, la più grande conferenza creativa australiana. Ma si distingue anche per il suo grande impegno per la collettività, sostenendo oltre 50 progetti benefici. Di recente ha anche incontrato il Papa, che ha invitato a dipingere in nome della fratellanza tra i popoli e dell’amore per la vita.

Il prossimo progetto sarà un mega show segretissimo, per celebrare il decennale della sua attività… Ma di questo non possiamo ancora dire nulla, in attesa che ci sveli qualcosa di più il 14 agosto… (Nathalie Anne Dodd)