PETER GABRIEL E L’AMORE PER LA SARDEGNA

Dal 2003 il cantante ed ex leader dei Genesis è cittadino onorario di Arzachena

 

Il suo buen retiro è una oasi verde baciata dal sole e dal mare, poco lontano dalle spiagge della Costa Smeralda, abbastanza vicino al borgo di Cannigione. Da queste parti Peter Gabriel non ha mai fatto la vita della star. L’ex leader dei Genesis passa le sue giornate come un arzachenese qualsiasi. Fa un salto al negozio di fiducia, incontra i suoi amici, qualche volta scrive e compone musica. La Sardegna, per lui, non è mai stata un capriccio. Peter Gabriel l’ha semplicemente scelta come seconda casa. E sono più di venti anni che le cose vanno così. Presenza discreta e sempre lontana dai riflettori, soltanto una volta è voluto finire sopra un palcoscenico. E lo ha fatto nel settembre del 2002, nella piazza centrale di Arzachena, per fare un regalo ai suoi nuovi compaesani: un concerto gratuito e a sorpresa che, in Gallura, è difficile da dimenticare.

Peter Gabriel e la Sardegna

Il cantante britannico, 71 anni, una leggenda del rock progressive prima e della world music più tardi, ha scoperto la Sardegna verso la metà degli anni Novanta. Conosceva molto bene l’Italia, visto che i Genesis hanno spopolato prima qui che in madrepatria, ma la Sardegna ancora no. E così, dopo qualche primo tuffo nelle bellezze e nelle tradizioni dell’isola, la decisione di acquistare una stupenda e isolata tenuta nel territorio comunale di Arzachena, in località Li Capanni, tra Cannigione e Palau, sul golfo delle Saline. Peter Gabriel, che sempre negli anni Novanta con la sua Realworld ha prodotto anche i Tenores di Bitti, nella sua tenuta gallurese, nella primavera del 2002, si è anche sposato. Una celebrazione riservata e a porte chiuse alla quale hanno partecipato i vecchi amici del cantante inglese, a cominciare dai colleghi nei Genesis come Phil Collins, Tony Banks e Mike Rutherford. Sempre nel 2002, ma a settembre, il gran colpo. Arzachena doveva celebrare la sua festa patronale ma il cantante invitato a esibirsi in piazza, Raf, aveva improvvisamente dato buca. Così sul palco, a sorpresa, era salito Peter Gabriel in persona, tra l’altro presentando in anteprima mondiale il suo ultimo disco, Up.

Cittadino di Arzachena

Considerato il suo attaccamento nei confronti della Gallura, e soprattutto quell’indimenticabile concerto gratuito in piazza, nella primavera del 2003 l’amministrazione comunale di Arzachena ha conferito la cittadinanza onoraria al cantante inglese, nel corso di una piccola cerimonia davanti al municipio. Prima di lui soltanto il principe Karim Aga Khan, il fondatore della Costa Smeralda, e dopo di lui solo Alisher Usmanov, il magnate innamorato della Costa Smeralda e che ha più volte sostenuto la comunità arzachenese. Negli anni, poi, i rapporti tra Peter Gabriel e la Sardegna sono diventati sempre più forti e profondi, tanto che l’artista britannico ha più volte manifestato pubblicamente il suo amore nei confronti dell’isola. Come per esempio in occasione dell’alluvione del 2013 e, nel 2020, durante le prime settimane di lockdown, con l’invito ad aiutare l’Italia. «Per quasi cinquant’anni ho amato l’Italia, le persone, la cultura, la storia, il cibo e, più recentemente, l’isola di Sardegna – aveva scritto sui social -. L’Italia ci ha offerto lavoro quando il lavoro non ce n’era, soprattutto nelle estati degli anni Settanta».  (Dario Budroni)