SD96, TRADIZIONE E MODERNITÁ

Classe e fascino sono le caratteristiche del SD96, un nuovo progetto Sanlorenzo della linea di yacht semi dislocanti, ispirati ai transatlantici degli anni Trenta di cui ripropongono l’eleganza.

Sicuramente tra i super yacht più attesi. Il risultato di una continua ricerca stilistica che unisce il classico alle suggestioni offerte dal moderno. Un salto nel futuro rimanendo fedeli alla tradizione e alla grande artigianalità che contraddistingue ogni creazione dello shipyard di Ameglia, cantiere con oltre 60 anni di storia.
Il Sanlorenzo SD96 rappresenta un’evoluzione, con una propria ben definita personalità, del celebre SD92, un’imbarcazione di successo varata nel 2007 e con 27 unità vendute. Molto di più di un entry level della storica linea di yacht semi dislocanti SD, il 96 è lo yacht perfetto per chi sente il mare parte di sé. Senza rinunciare al lusso e alle comodità. Il concept esterno, realizzato dallo Zuccon International Project, studio romano di design guidato da Martina e Bernardo Zuccon ricorda le più belle navi da crociera degli anni Trenta attualizzate da linee filanti e scolpite in cui le finestrature prodiere e laterali fanno da cesura tra i due stili, che quasi si sovrappongono.

Strutturato su tre ponti, grazie al gioco delle proporzioni attentamente studiate e al grande equilibrio raggiunto tra design e volumetria il 96SD risulta particolarmente elegante e leggero. «Abbiamo lavorato su questo aspetto, consapevole del fatto dell’importante eredità da rispettare – ha dichiarato Bernardo Zuccon – Questo lavoro è stato portato avanti senza perdere mai di vista due aspetti determinanti: l’equilibrio volumetrico dei segni, che contribuiscono ad armonizzarne le proporzioni, e il rispetto dell’immagine del marchio, così radicata, indispensabile e solida».
Per gli interni il progetto è stato affidato a Patricia Urquiola che ha proseguito l’idea di modularità e flessibilità così evidentemente espressa all’esterno. «Volevo – sostiene Patricia Urquiola – far dialogare stili e arredi differenti attraverso la ricerca di una sensorialità materica e una cura del dettaglio che rendesse gli interni caldi e accoglienti con un’impronta sofisticata, elegante e contemporanea, per vivere gli spazi all’insegna della riappropriazione del proprio tempo». Per questa ragione gli ambienti sono stati concepiti per trasformarsi nei vari momenti della giornata. Ad esempio, il living nel main deck, caratterizzato da pareti in rovere cannettato e pavimenti a scelta in parquet, può ampliare la propria funzionalità allestendo, all’occorrenza, un tavolo da pranzo per 10 persone, celato all’interno di una panca di fronte al divano. O ancora, nell’upper deck lo sky lounge dall’ampia finestratura apribile, grazie ad arredi modulari si può trasformare in salotto, zona dining o cinema, mentre il salotto al lower deck, si trasforma in una ulteriore cabina VIP con bagno facendo scorrere dei pannelli.
Sul main deck è, invece, posta la cabina armatoriale, molto più ampia in larghezza rispetto a quelle proposte su yacht di simili metrature; presenta ampie finestrature che, insieme alla parete in vetro con motivo Liquefy che richiama il mare, creano una sensazione di continuità con l’ambiente circostante. Il bagno in travertino con pareti in vetro cannettato accoppiato con uno specchio bronzato amplifica questa sensazione in un gioco di preziosi riflessi. Una scala centrale, in acciaio bronzato e legno e racchiusa in un guscio in travertino, permette di raggiungere gli altri due ponti diventando punto focale e iconico capace di collegare tutti i piani e, contemporaneamente dividere gli spazi grazie a uno screen in metal mesh.
Un altro aspetto interessante è la continuità della pavimentazione tra indoor e outdoor. Il pattern Biscuit del parquet indoor viene proposto anche in teak per l’outdoor, così da rendere sempre più sottili i confini degli spazi. Il fuori tutto è di 28,93 metri e 7,60 di larghezza, due le motorizzazioni offerte per soddisfare le diverse esigenze, la prima con doppio MTU 10V2000M86 da 1380 HP, l’altra con un doppio CAT C18 da 1150 HP che permettono, rispettivamente velocità massima di 20 nodi e 17, mentre quelle di crociera sono di 17 e 12. (Fabio Schiavo)

SD96

SCHEDA TECNICA

  • Lunghezza : 28,93 m
  • Larghezza: 7,60 m
  • Posti letto ospiti: 10 persone
  • Motori:
    • a) 2 x MTU 10V2000M86 (1380 HP)
    • b) 2 x CAT C18 (1150 HP)
  • Velocità massima:
    • a) 20 km
    • b) 17 km
  • Velocità di crociera:
    • a) 14 km
    •  b) 12 km
  • Lunghezza Tender: max 4.5 m