SL96 ASYMMETRIC: IL CORAGGIO DELLE ASIMMETRIE

Una proposta coraggiosa e innovativa, nello stile e nel modo di concepire gli spazi a bordo. Uno yacht che va oltre al concetto classico rimanendo fedele alla tradizione di alta artigianalità espressa da Sanlorenzo.

Il SL96 Asymetric, una taylor made boat, è un nuovo progetto nautico firmato Sanlorenzo e una sfida alle convenzioni. Per superarle e andare oltre. Alla ricerca del bello assoluto. Contemporaneamente è l’affermazione di quanto si possa mantenere il rispetto delle tradizioni che hanno reso celebre il cantiere di Ameglia con la voglia di innovare per sottolineare la propria particolare attitudine: quella di una filosofia attenta al dettaglio che lavora sul concetto di spazio plasmandolo ogni volta a proprio piacimento per dare vita a proposte cucite sui desideri degli armatori. SL96 prosegue le suggestioni proposte con il SL102 – un’idea originaria di Chris Bangle, il geniale car designer unita all’inventiva di Bernardo Zuccon – un concept estremamente affascinante con linee sobrie e pulite e perfetto equilibrio delle masse, con aperture a scafo misurate e sovrastruttura filante. Un’imbarcazione importante, ma non eccessiva. Una sobria eleganza raffinata.

Proseguendo la collaborazione con lo Zuccon International Project l’esterno e il layout è stato affidato allo studio romano di Martina e Bernardo Zuccon, mentre gli interni sono a cura di Laura Sessa. «Ogni progetto nasce sempre dalla condivisione di un’idea – commenta Zuccon – una sintesi tra la sensibilità del progettista e i desideri del committente. In questo caso l’input è stato chiaro: continuare il percorso progettuale iniziato con l’esperienza dell’SL102 ponendosi come obiettivo la conservazione di stilemi e linguaggi che lo hanno caratterizzato, rielaborandoli per conferire al nuovo percorso quell’identità necessaria a dare forza e credibilità alle scelte di gamma».
La particolarità e la bellezza del layout non sono visibili se non dopo un’attenta osservazione: l’asimmetria viene infatti dissimulata nel sapiente disegno delle murate, che riportano in entrambi i lati gli stessi segni e nell’abilissimo gioco di mascheramento del passavanti alto del lato sinistro protetto da un corrimano che si ritrova anche sul lato destro per il contenimento della zona prendisole ricavata sul tetto della sovrastruttura a prua della timoneria coperta, soluzione definita Raised Pilot House.
La creatività e l’estrema ricerca estetica degli esterni si riflette anche negli ambienti interni, affidati Laura Sessa, scelta per la capacità di tradurre nel progetto, attraverso il suo tocco personale, la filosofia made-to-measure di Sanlorenzo. «Il mio compito – afferma Laura Sessa – è trasformare i sogni dei clienti in realtà. Come interior designer, per me è importante tradurre le loro richieste in un design elegante e armonioso, all’insegna di un’euritmia tra esterni ed interni. Per questo motivo sviluppo ogni progetto a stretto contatto con l’armatore seguendo ogni fase del progetto, sin dagli inizi».
Grande attenzione è stata data ai materiali usati, alle finiture e alle tinte usate per armonizzare ogni ambiente. I colori scelti sono quelli mediterranei per la loro caratteristica morbidezza e cifra artistica che contraddistingue ogni creazione dell’architetto Sessa.
Notevole il salone sul main deck: grazie al nuovo layout offre maggiore spazio interno, l’asimmetria ha, infatti, permesso di collocare, da un lato un’ampia sala da pranzo con vetrata a tutt’altezza affacciantesi direttamente sul mare mentre dall’altra, a dritta, si trova un salotto che si apre su un balcone. In questo modo la luce delle due ampie vetrate laterali e dalla zona di poppa viene sfruttata pienamente e creando un maggior senso di libertà e di apertura verso l’esterno. Altro elemento distintivo è l’utilizzo di specchi nella lobby per aumentare la percezione e la prospettiva degli interni.
Sono previste 4 cabine con bagno privato: 2 ospiti e la VIP Cabin poste nel lower deck con le stesse caratteristiche della Master e bagno privato che si apre completamente con porte scorrevoli a specchio per creare un effetto prospettico di profondità, ma lasciando, contemporaneamente, il giusto effetto di riservatezza. La Master Cabin, invece, si trova, nell’upper deck e si sviluppa su due livelli, al main deck si trova il bagno – stesso design di quello della cabina Vip – e la zona notte mentre il dressing, a vista, è stato collocato nella parte ribassata, sfruttando così tutta la luce in arrivo dallo skylight mentre il testaletto a listelli è stato disegnato per creare una connessione tra i due ambienti. (Fabio Schiavo)

SL96 ASYMMETRIC

SCHEDA TECNICA

  • Lunghezza: 29,06 m
  • Larghezza: 6,76 m
  • Posti letto ospiti: 8
  • Posti letto equipaggio: 6
  • Motori:
    • a) 2 x MTU 12V2000M96L (1947 HP)
    • b) 2 x MTU 16V2000M86 (2216 HP)
  • Velocità massima:
    • a) 26 nodi
    • b) 28 nodi
  • Velocità di crociera:
    • a) 23 nodi
    • b) 24 nodi
  • Lunghezza Tender: max 4,5 m