UN MARCHIO DI QUALITÀ PER I PRODOTTI DI ARZACHENA

Il Comune ha istituto un registro con l’obiettivo di tutelare e promuovere le produzioni legate al territorio e alle sue tradizioni

Il territorio che produce. Vini che fanno il giro del mondo, aziende agricole che puntano tutto sulla qualità, tradizioni che non vengono mai corrotte dalla modernità. Per tutto questo il Comune di Arzachena ha da poco istituito il marchio De.Co., che sta per denominazione di origine comunale. L’obiettivo è chiaro: tutelare e promuovere le produzioni agroalimentari legate al territorio e alle sue tradizioni più antiche per farne anche uno strumento di promozione turistica.

La prima iscrizione

Il nuovo marchio del comune gallurese ha fatto il suo debutto nei giorni scorsi con la prima iscrizione al registro dei prodotti De.Co. La commissione esaminatrice ha approvato il prodotto della azienda agricola Ociu e Meli di Gian Luca Marras come meritevole del logo che riconosce il legame col territorio, la qualità dei metodi di produzione e ne garantisce la specificità.

L’importanza del marchio

Il regolamento per l’attribuzione del marchio di qualità era stato approvato nel 2019 dal consiglio comunale di Arzachena, su iniziativa della vicesindaca e assessora al Turismo Cristina Usai. «Il marchio De.Co. vuole tutelare e promuovere le produzioni agroalimentari legate al territorio di Arzachena e alle sue tradizioni più antiche per certificarne la qualità e farne strumento di attrazione turistica afferma Cristina Usai. Tra le motivazioni che spingono i viaggiatori a scegliere una destinazione per le vacanze ha un ruolo sempre più incisivo la ricerca di una food experience. Invitiamo altri produttori a inviare la propria candidatura». A far parte della commissione che valuta l’iscrizione al registro delle aziende sono Nicolina Pirina, Leonardo Muzzu, Marco Scano e Mario Azara, mentre il marchio è stato creato dall’artista Gianfranco Fois e poi donato al Comune. Il regolamento che definisce le modalità di iscrizione e quelle di attribuzione del marchio è pubblicato nella sezione Regolamenti del sito del Comune. (Dario Budroni)