WARNER BROS

Warner Bros. Pictures rappresenta una delle major più longeve presenti sul mercato. Nata nel 1918 con il nome di Warner Bros. West Coast Studios, 5 anni più tardi i fratelli Warner decidono infine di ridurlo alla denominazione classica che accompagnerà lo studio ai giorni nostri. Dobbiamo a Warner Bros. il primo grande investimento sul sonoro con l’acquisizione di un congegno sonoro denominato Vitaphone. Con il film Don Giovanni e Lucrezia Borgia (1926) la major diede infatti vita al passaggio dal cinema muto a quello sonoro, un passo in avanti riconosciuto nella storia del cinema. In quegli anni produssero opere che variavano dai gangster movies ai musical passando per racconti che affrontavano tematiche sociali di rilievo. Solo per citarne alcuni, Warner Bros. realizzò film del calibro di Casablanca di Michael Curtiz, con protagonisti Humphrey Bogart ed Ingrid Bergman, È nata una stella di George Cukor con al centro la star Judy Garland, Gangster Story di Arthur Penn con Warren Beatty e Faye Dunaway e il western di John Ford Sentieri selvaggi.
Gli anni successivi sono inoltre ricordati per la collaborazione con il regista Stanley Kubrick partita con Arancia Meccanica, uscito nel 1971. La fantascienza e il fantasy diventeranno poi dei grandi pilastri di Warner Bros. che negli anni produrrà opere sensazionali come Mad Max Fury Road, Inception e Gravity. La major è inoltre ricordata per alcune saghe cinematografiche di enorme successo, da Matrix, Harry Potter, Lo Hobbit (dopo l’acquisizione di New Line Cinema che produsse la trilogia de Il signore degli anelli) fino alla creazione di lungometraggi basati sui personaggi DC Comics, dalla produzione di film distinti come Il cavaliere oscuro alla realizzazione di episodi cinematografici che appartengono a un universo narrativo condiviso.